In una chiesetta sconsacrata a due passi dal Campidoglio di Roma, nella Sala Santa Rita a Via Montanara, si tiene, fino al 5 dicembre, una rassegna di installazioni sonore. “Visitazioni” è un’ottima occasione per sperimentare le relazioni esistenti fra noi e il mondo che ci circonda.

Il suono è elemento primario dell’esperienza sensibile, essenziale per interpretare gli ambienti che attraversiamo, come diceva John Cage. Dopo gli inter venti di Elio Martusciello, Albert Mayr, Petri Kuljuntausta, Luca Miti, Xabier Erkizia e Alex Mendizabal, a novembre è il momento di Gianfranco Pernaiachi, Marcello Liberato e di Alvin Curran, una delle figure f ondament a l i della sperimentazione sonora degli ultimi 50 anni. Nella fase conclusiva, martedì 1 dicembre alle ore 17, dalla Sala partirà una particolare passeggiata nel centro storico di Roma, un “Walkabout nell’autunno contemporaneo” per fare una conversazione nomade (con l’utilizzo di whisper-radio) insieme ai protagonisti di “Visitazioni”.

Un momento che segue un’anticipazione della rassegna con Francesco Michi e Mechi Cena protagonisti e autori del libro “Esseri Rumorosi”, ispirato all’immaginario dell’ascolto. In quella passeggiata notturna nella periferia romana, si sono letti i loro “suonetti” e si sono tratte le illustrazioni sonore di un percorso poetico dentro l’ascolto del paesaggio urbano.

urbanexperience.it

Ultimi articoli di

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *