Smog e non solo. Le 100 (più una) notizie “verdi” del 2015

Blitz di Legambiente contro lo smog al Ministero dell'ambiente
Blitz di Legambiente contro lo smog al Ministero dell’ambiente

A Milano l’atmosfera surreale provocata dal blocco totale delle auto. Roma con le targhe alterne. Altrove, da Firenze a Napoli, limitazioni di tipo diverso che riguardano anche l’utilizzo dei riscaldamenti domestici. È l’ultima notizia dell’anno, la numero 101, a finire nel nostro annuario (scorri la Timeline 2015): l’Italia soffoca nello smog.

Tutti d’accordo, innanzitutto i sindaci, nel riconoscere che servono interventi strutturali. Ma intanto la salute dei cittadini è a rischio con lo sforamento ormai cronico della soglia del Pm10 stabilita dall’Ue (sopra i 50 microgrammi per 35 giorni l’anno). Una prima risposta arriva dal ministro Galletti che annuncia investimenti sulla mobilità sostenibile utilizzando i 35 milioni inseriti nel collegato ambientale approvato pochi giorni dalla Camera e altri 5 provenienti dalle aste di CO2.  All’orizzonte anche i 91 milioni di euro previsti dalla legge di stabilità per le ciclovie, a partire dal “Grande raccordo anulare delle biciclette” in programma nella Capitale.

Serviva però questo choc per mettere al centro dell’agenda politica (e dei media) i problemi dell’inquinamento? On line le dieci proposte antismog di Legambiente per spiegare che una città diversa è possibile. E per sperare che nel 2016 le cose cambino. Buon anno!

Marco Fratoddi ha diretto La Nuova Ecologia dall'aprile 2005 all'ottobre 2016. Contatti: marco.fratoddi@tiscali.it, 3357417705
Ultimi articoli di

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *