Rigenerazione? Ecco la summer school

Dal 24 settembre al 1 ottobre 2017  per  FestambienteSud a Monte Sant’Angelo (FG) riapre la seconda edizione della scuola di formazione. Aperta ad architetti, ingegneri e a  tutti quelli che si occupano di sviluppo urbano, marketing territoriale, innovazione socio-culturale, start up di imprese

index

Dal 24 settembre al 1 ottobre 2017 nell’ambito delle iniziative promosse da FestambienteSud presso Monte Sant’Angelo (FG) riapre la seconda edizione della Summer School sulla  Rigenerazione Sostenibile del territorio, a cura del circolo tematico Legambiente “Città Invisibili”. La scuola di formazione, accreditata per il rilascio dei CFP, è aperta ad architetti, ingegneri e a  tutte quelle nuove ed emergenti professionalità che si occupano di sviluppo urbano, marketing territoriale, innovazione socio-culturale, start up di imprese. L’obiettivo è quello di formare i professionisti alla strategia della Rigenerazione intesa come modello di intervento sul territorio e strumento di pianificazione attuativa, contrapposto al consumo di suolo e all’espansione incontrollata delle città.

L’approccio metodologico, di carattere interdisciplinare e multiscalare, mira all’integrazione nello stesso atto progettuale delle diverse istanze ecologiche, ambientali, socio-economiche, culturali, identitarie, abitative, di sviluppo locale e di ergonomia urbana provenienti dal territorio.

Il percorso offerto dalla scuola trova il suo presupposto fondamentale nella necessità di andare oltre l’urbanistica del ‘900, favorendo il superamento del concetto di “Piano” con quello di “Processo”. Il programma di lavoro prevede lo svolgimento di lezioni metodologiche e lectio magistralis tenute da esperti internazionali del settore come Alberto Magnaghi, Sylvia Labeque, Gemma Frances Tudel, Angela Barbanente, Ilda Curti e da laboratori progettuali, durante i quali i corsisti, assistiti dai tutor, elaboreranno un Piano di Rigenerazione per un’area del Gargano in cui saranno attivati un parco agricolo e un ecomuseo assieme alla rete dei cammini storici connessi all’antica Via Sacra Langobardorum, che garantiranno la fruizione lenta e sostenibile del sistema territoriale così rigenerato. Tale sistema costituirà il primo nucleo di una Bioregione del Gargano.

 

La testata è nata nel 1978 con il nome di Ecologia (diventerà La Nuova Ecologia l'anno successivo) insieme ai primi gruppi ambientalisti... Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia
[twitter-timeline id=657236406335574016 username=lanuovaecologia]
Ultimi articoli di

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *