Pulizie di corsa

Otto giorni di trekking fra le Alpi e la Liguria per ripulire il territorio
e sensibilizzare la popolazione sul littering. Arriva l’European clean up day

BWH6BW Two young women picking up trash

Un percorso lungo 400 km, due atleti non professionisti e la voglia di fare qualcosa per la salvaguardia del pianeta. Sono questi gli ingredienti della Keep clean and run – Pulisci e corri, la manifestazione promossa in occasione del secondo European clean up day: la campagna di comunicazione per sensibilizzare le persone sul tema dei rifiuti abbandonati (fenomeno che prende il nome di littering). «Vogliamo sensibilizzare la popolazione e i media sul fenomeno del littering, ponendo l’attenzione sull’origine di tali rifiuti» spiegano i protagonisti dell’impresa, Roberto Cavallo e Oliviero Alotto. I due corridori amatoriali partiranno da Aosta il 9 maggio per concludere l’ecocorsa a Ventimiglia il 16 maggio. Dovranno percorrere 50 km al giorno attraversando vallate, colli e passi montani di Valle d’Aosta, Piemonte e Liguria e raccogliere nel frattempo i rifiuti abbandonati sul territorio. Il fatto che tale evento sportivo leghi l’ecosistema montano a quello marino non è casuale ma una scelta ben precisa, che nasce dalla consapevolezza che oltre il 70% dell’inquinamento dei mari ha origine nell’entroterra.

«Abbiamo deciso di organizzare e intraprendere un’impresa come la Pulisci e corri perché crediamo sia giunto il momento di catalizzare l’attenzione sul problema dell’abbandono dei rifiuti, che deturpa e distrugge il patrimonio naturale della nostra terra» aggiungono Cavallo e Alotto. Bisogna però chiarire che l’evento non è una corsa a due. Durante ogni giornata la popolazione dei comuni in cui terminerà la corsa sarà coinvolta in progetti indirizzati all’educazione e alla sensibilizzazione riguardo al tema del littering. Famiglie, bambini, scuole, associazioni saranno i veri protagonisti dell’iniziativa e tutti raccoglieranno rifiuti. Oltre alle attività pratiche, ogni tappa prevede un momento di dibattito in cui si presenteranno i risultati ottenuti nella giornata e saranno messe in risalto le filiere virtuose di gestione e trattamento dei rifiuti.

All’iniziativa hanno già aderito, in diversi modi, molte personalità del mondo dello sport, della politica e dello spettacolo, fra le quali troviamo Ignazio Marino, Laura Morante, Giuseppe Cederna, Luca Mercalli, Syusy Blady, Franco Collè e i Marlene Kuntz, che interverranno al fianco dei corridori per dare il loro sostegno alla causa. Per Barbara Degani, sottosegretario al ministero dell’Ambiente, «iniziative di sensibilizzazione come la Pulisci e corri vanno nella stessa direzione che il ministero sta seguendo: quello di rendere i cittadini sempre più consapevoli e responsabili delle problematiche ambientali. L’esperienza diretta credo sia il modo più efficace per far capire quanto sporchiamo e per sensibilizzare la popolazione a comportamenti più virtuosi». Il progetto è quello di far entrare l’educazione ambientale nelle scuole a passo di carica. Nell’attesa perché non cominciare a passo di corsa?

[twitter-timeline id= username=]
Ultimi articoli di

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *