Più sicurezza con i migranti

Nel ragusano a pulire i cigli stradali dove partono gli incendi dolosi anche una decina di migranti insieme agli operai della provincia. Un  progetto voluto dal prefetto e realizzato grazie al coinvolgimento del Circolo di Legambiente di Ragusa

migranti

Ai primi di agosto nel ragusano a pulire i cigli stradali dove partono gli incendi dolosi anche una decina di migranti insieme agli operai della provincia. Un  progetto voluto dal prefetto e realizzato grazie al coinvolgimento del Circolo di Legambiente di Ragusa.

“Con i migranti lavoriamo come volontari insieme da diverso tempo – spiega Claudio Conti presidente del Circolo il Carrubo di Ragusa – abbiamo ripulito la scalita ad Ibla e uno dei percorsi che dal centro storico arriva al torrente e alla campagna. Abbiamo fatto insieme Puliamo il mondo e Spiagge pulite”. I migranti coinvolti vengono dalla Guinea, dal Mali, Dal Senegal e dal Bangladesh: esiste un accordo con  4 strutture del territorio che operano come centri di accoglienza. “Partiremo con la pulizia i primi di agosto e interesserà la provincia di Ragusa ed in particolare la zona di Chiaramonte Gulfi dove qualche settimana fa c’è stato un incendio che si portato via ettari di pineta”.

Il prossimo passo su cui si sta discutendo sarà il coinvolgimento dei migranti anche nell’avvistamento incendi.

La testata è nata nel 1978 con il nome di Ecologia (diventerà La Nuova Ecologia l'anno successivo) insieme ai primi gruppi ambientalisti... Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia
Ultimi articoli di

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *