Petrolio a Genova, ultimatum all’Iplom

Cantiere bonifica_rio Pianego
foto di Pierluigi Mamone

Comune e Regione danno l’ultimatum all’Iplom: “rimuova entro domani il 90 per cento del petrolio”. Si teme che l’onda nera scivoli verso il mare: oltre 600mila litri di greggio fuoriuscita nella serata di domenica 17 aprile dalla condotta della raffineria Iplom. «Lo sversamento è avvenuto in una zona con parecchie industrie a incidente rilevante – ha commentato Santo Grammatico, presidente di Legambiente Liguria – È la dimostrazione che impianti sicuri purtroppo non esistono e va ripensato un nuovo modello di sviluppo». Intanto ci sono già le prime vittime dell’incidente: anatre, oche, papere, germani e aironi coperti di petrolio sono stati soccorsi da volontari dell’Enpa nel torrente Polcevera.

I cittadini si mobilitano. Ieri una marcia spontanea ha percorso le strade del quartiere Fegino, proprio intorno al torrente omonimo interessato dall’incidente. Agli abitanti della zona l’amministrazione comunale ha consigliato di stare in casa e di chiudere le finestre per non respirare i miasmi.

VIDEO: TORRENTI DA SALVARE

La testata è nata nel 1978 con il nome di Ecologia (diventerà La Nuova Ecologia l'anno successivo) insieme ai primi gruppi ambientalisti... Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia
Ultimi articoli di

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *