Il Nobel dell’ambiente a un agricoltore maya

La giuria del Premio Goldman ha assegnato lunedì il prestigioso riconoscimento a Rodrígo Tot, indigeno guatemalteco di etnia maya Qeqchi. Da 43 anni combatte contro le multinazionali del niquel che hanno messo gli occhi sui terreni della comunità

Rodrigo Tot

Il contadino e pastore evangelico di Izabal ha 60 anni: da 43 anni combatte contro le multinazionali del niquel che hanno messo gli occhi sui terreni della comunità. La giuria del Premio Goldman – il Nobel dell’ambiente – ha assegnato lunedì il prestigioso riconoscimento a Rodrígo Tot, indigeno guatemalteco di etnia maya Qeqchi. Il premio, giunto alla sua ventottesima edizione, è stato istituito nel 1990 per volere dei coniugi Richard Goldman e Rhoda Hass con l’obiettivo di finanziare e dare visibilità internazionale agli «eroi ambientali»: persone che si sono distinte nella protezione degli ecosistemi e della biodiversità, nella lotta contro i progetti di sviluppo distruttivo, nella promozione di modelli di sviluppo sostenibile.

Tot ha iniziato a rivendicare i propri diritti in un’area delle montagne di El Estor, a circa 300 chilometri da Città del Guatemala. Al termine di un lungo braccio di ferro giudiziario tra la comunità e il governo, le autorità hanno qualche anno fa assegnato a una compagnia mineraria la licenza per sfruttare la zona per 25 anni. Nel 2012, i quattro figli di Tot sono stati attaccati da un gruppo di uomini mentre si trovavano in un autobus: uno di loro ha perso la vita nell’agguato. Gli altri riconoscimenti assegnati quest’anno dalla Fondazione Goldman sono andati a Rodigue Katembo (Congo), Prafulla Samantara (India), Uros Maceri (Slovenia) e Mark Lopez (Usa).

La testata è nata nel 1978 con il nome di Ecologia (diventerà La Nuova Ecologia l'anno successivo) insieme ai primi gruppi ambientalisti... Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia
[twitter-timeline id=657236406335574016 username=lanuovaecologia]
Ultimi articoli di

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *