Un’elettrica di classe

IMG_8401

Dal primo istante ti rendi conto che Mercedes Classe B electric drive è un’auto elettrica che non toglie nulla alle tradizionali auto a benzina o diesel in termini di spazio e comfort. Anzi, è un’esperienza nuova che apre prospettive innovative. La Nuova Ecologia l’ha provata per i suoi lettori in occasione di Borgofuturo, il festival della sostenibilità a misura di borgo che si è svolto a Ripe San Ginesio, in provincia di Macerata, lo scorso luglio.
I paesaggi marchigiani, dolci e spaziosi, si sposano perfettamente con l’eleganza dell’autovettura. Viaggiare su un mezzo del genere, con questa cornice, fa riscoprire il piacere di guidare a chi è abituato a prendere l’auto in città solamente quando è costretto a farlo, perché la sua coscienza da ambientalista urbano ricorda sempre che piedi, bici e mezzi pubblici sono scelte più sostenibili. Ma con vetture come Classe B electric drive anche il traffico sarebbe più eco friendly e la qualità dell’aria delle grandi città ne gioverebbe. Essendo 100% elettrica, infatti, il peso di questa Mercedes in termini di emissioni a livello locale è pari a zero.

E anche se il mondo delle auto completamente elettriche ha ancora molta strada davanti, Classe B electric drive rappresenta una tappa importante verso un parco veicolare indipendente dal petrolio. Non si tratta di un “esperimento”, è un’auto a tutti gli effetti. Né l’abitacolo, né il cofano sono condizionati dal suo motore elettrico. La batteria, ad esempio, è nel sottoscocca, tra l’asse anteriore e quello posteriore. Così l’ingombro è minimo. Nessun limite anche in termini di prestazioni: la sua trazione elettrica garantisce un’accelerazione da vettura ferma particolarmente brillante.

La Classe B Electric Drive colpisce anche per la sua “intelligenza nei consumi”: durante la marcia, il motore elettrico provvede a recuperare energia, convertendo, attraverso un processo di rigenerazione, l’energia cinetica sviluppata in fase di rilascio e nelle frenate, in corrente elettrica che viene poi accumulata nella batteria. E sempre in tema di consumi, Mercedes mette a disposizione del guidatore tre programmi di marcia, tra cui l’Economy Plus, concepito per una guida particolarmente accorta.
Una caratteristica che, infine, sorprende l’ambientalista urbano abituato a città molto rumorose, è la silenziosità di un mezzo completamente elettrico. Guidando Classe B electric drive sorge la domanda: “I pedoni mi sentiranno arrivare?”. Ma in tema di sicurezza stradale, come sottolineano gli addetti ai lavori, nessun pedone o ciclista può affidarsi esclusivamente all’udito. Tuttavia, a protezione di queste categorie, Mercedes propone (come equipaggiamento a richiesta) un suono specifico per quando si viaggia entro i 30 km/h, velocità sotto la quale non intervengono rumori aerodinamici e di rotolamento della vettura.

Scheda tecnica

 Motore elettrico da 132 kW (180 CV) che eroga la sua coppia massima di 340 Nm già al regime minimo. Spunto da 0 a 60 km/h in 3,9 secondi e da 0 a 100 in 7,9 s.     

 Batteria agli ioni di litio con capacità 28,0 kWh

Consumo di energia elettrica NEDC da 16,6 kWh/100 km.

Autonomia in modalità elettrica NEDC: 200 km.

Per la ricarica della batteria, Mercedes Classe B Electric Drive offre di serie i cavi da collegare alla presa collocata nella classica posizione per il rifornimento. Tempi di ricarica della batteria: in meno di 3 ore tramite colonnina pubblica o wallbox privata (400 V, trifase, 16 A), fino a un massimo di 11 ore tramite presa domestica (230 V, monofase).

Velocità massima: 160 km/h (limitata elettr.)

Trazione anteriore     

Cambio con un solo rapporto

La testata è nata nel 1978 con il nome di Ecologia (diventerà La Nuova Ecologia l'anno successivo) insieme ai primi gruppi ambientalisti... Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia
Ultimi articoli di

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *