Marzo 2016

Bioenergia, bioedilizia, biodiversità: come trasformare l’abitazione in una dimora vegetale

Reportage “sbarchi gelidi” sui migranti a Lesbo e un’inchiesta “Gabbie dorate” sui canili italiani.

Storie di economia low carbon, piccole imprese che tutelano ambiente e persone.

L’informazione ambientale incontra i nuovi media: intervista a Luca Mercalli

A poche settimane dal referendum sulle trivellazioni in mare, La Nuova Ecologia porta in primo piano il tema dell’energia da fonti rinnovabili, soprattutto nei trasporti, settore ancora ampiamente dipendente dal petrolio. Nel numero di marzo si parla di biocarburanti, prodotti ricavati da biomasse cioè da scarti di materie organiche vegetali. A differenza di quelli di “prima generazione”, responsabili di alimentare il land grabbing a danno dei paesi più poveri e di sottrarre terra alle colture di cibo, quelli di “seconda generazione” hanno il vantaggio di essere ottenuti da oli non commestibili o da substrati non utilizzabili a fini alimentari, con risvolti energetici e ambientali molto più vantaggiosi. Intanto Strasburgo dallo scorso aprile vincola gli Stati membri dell’UE a garantire entro il 2020 la copertura della rete stradale e autostradale con stazioni di ricarica per le auto elettriche e di rifornimento per quelle a metano, che in Italia sono già 660.000.

L’inchiesta di questo mese è dedicata ai canili comunali, tanto costosi per i cittadini italiani quanto sovraffollati e fatiscenti, spesso protagonisti di un business alimentato dal randagismo e dal commercio illegale di animali provenienti dall’estero. Per alleviare le sofferenze di cani e gatti e per abbattere i costi delle strutture, Legambiente presenta dieci proposte di azioni rivolte all’Anci, alle Regioni e al governo.

Tra i consigli per vivere meglio c’è soprattutto quello di trasformare la propria casa in una dimora vegetale utilizzando materiali naturali per la bioedilizia (legno, canapa, paglia, bambù e tanti altri) che garantiscono resistenza, salubrità degli ambienti e alta efficienza energetica. Si possono inoltre arredare le stanze con le piante, organismi straordinariamente adattivi che hanno la capacità di purificare l’aria assorbendo le sostanze inquinanti. Se ne parla nell’intervista alla biologa Francesca Rapparini. Una testimonianza di come le piante siano risorse preziose per le comunità umane è anche Plantalàmparas, una lampada a Led alimentata tramite la fotosintesi clorofilliana, brevettata in Europa e ora in corso di sperimentazione nelle aree rurali della foresta pluviale peruviana.

In sommario anche un reportage di Caterina Amicucci sugli sbarchi dei migranti nordafricani sull’isola greca di Lesbo, un servizio sulla rinascita di Città della Scienza a Napoli dopo l’incendio di tre anni fa, poi una presentazione dei 16 progetti innovativi e solidali, sparsi in tutto il mondo, premiati dalle Nazioni Unite per il merito di combattere i cambiamenti climatici migliorando al contempo la vita delle persone.

Apre infine la sezione culture un’intervista a Luca Mercalli su informazione ambientale e televisione, protagonista della trasmissione in onda durante queste settimane su RaiTre, un connubio che si sta consolidando anche grazie al successo della recente messa in onda in prima serata, su RaiUno, dei film dedicati alle storie di Angelo Vassallo e di Roberto Mancini.  

La testata è nata nel 1978 con il nome di Ecologia (diventerà La Nuova Ecologia l'anno successivo) insieme ai primi gruppi ambientalisti... Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia
Ultimi articoli di

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *