L’olio al posto giusto

Bidoncino-Olly-540x399

Lo smaltimento di oli esausti rappresenta un serio problema. Certo ci sono i centri di raccolta, che però spesso sono pochi e distanti per la maggior parte degli utenti. È per supplire a questa carenza che nasce Olly. «Dal 2009 Eco.Energia è licenziataria per l’Italia di questo sistema già utilizzato in Austria e Germania. È un modo economico, sostenibile e pulito per la raccolta di oli alimentari esausti» spiega Furio Fabbri, presidente di Eco.Energia.

Il cittadino raccoglie gli oli e i grassi derivanti da frittura, conserve, o rancidi e scaduti in un pratico e poco ingombrante bidoncino che poi deposita nei diversi punti di conferimento, le cosiddette casine Olly, che si aprono con la Olly card fornita da Eco.Energia. A questo punto, lasciato il secchiello pieno, l’utente ritira nello stesso punto di raccolta un bidoncino pulito. I bidoncini non costituiscono rifiuto perché vengono lavati con prodotti biodegradabili e poi riutilizzati.

«Raccogliere gli oli vegetali anziché gettarli nel lavandino può sembrare un’azione ininfluente, ma non è così – speiga Fabbri – Una casina Olly recupera in un mese più di 2000 kg di olio». I vantaggi sono molti. Innanzi tutto un minor rischio di inquinare le falde acquifere. Poi abbiamo il risparmio economico che deriva dai minori costi di manutenzione dei tubi di scarico per il privato e della rete fognaria per la pubblica amministrazione. Come terzo punto abbiamo il risparmio di energia elettrica nei processi di depurazione delle acque, la produzione di energia elettrica e termica da fonte rinnovabile e la produzione di biodisel dagli oli esausti.

«Nel 2016 riusciremo a partire anche nella capitale. Estendendo il progetto a livello nazionale si avrebbe un risparmio potenziale, relativo ai costi di depurazione, di oltre 15 milioni di euro. Riteniamo particolarmente importante che si continuino a sviluppare sinergie tra enti pubblici, come gestori dei rifiuti, delle acque e amministrazioni, e aziende private, come Eco.Energia, per migliorare lo stile di vita dei cittadini e creare un risparmio economico e ambientale».

Ultimi articoli di

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *