Legalità in tazza

 11265316_988964084470413_2552973907822874577_oPrendere il caffè è un piacere, quotidiano. Sorseggiarlo nel “caffè 21 marzo” a Battipaglia è un atto di libertà, di legalità. Perché il bar inaugurato lo scorso 8 luglio in via Generale Gonzaga è un posto davvero speciale. Si tratta di un bene confiscato alla criminalità organizzata assegnato dal Comune attraverso bando pubblico, ad un’Associazione Temporanea di Scopo composta da: Gruppo Agesci Battipaglia 1°, Associazione Back to life, Associazione Mariarosa, Legambiente Circolo Vento in faccia, Cooperativa Lazzarelle, Icatt di Eboli. Sei soggetti che si sono uniti e si sono messi in gioco per per ridare vita ad un luogo che, da simbolo del potere criminale, diventerà così segno di riscatto e di rinascita, ospitando anche attività a servizio delle fasce più giovani della comunità e trasformandosi in un luogo di incontro e di aggregazione socioculturale. 

11295761_371588119718134_7182743783408876397_nUn luogo abbandonato da tanto tempo che grazie al lavoro di tanti giovani, in un anno, rinasce per dare un’opportunità di lavoro per soggetti svantaggiati. Tutto grazie alla determinazione della Commissione Straordinaria presieduta da Gerlando Iorio, agli attivisti del presidio di Libera a Battipaglia, ma soprattutto al coraggio e all’impegno delle sei realtà che hanno deciso di assumersi la responsabilità di un progetto di riutilizzo impegnativo.

 

All’inaugurazione ha partecipato don Luigi Ciotti, presidente nazionale di Libera, che ha preparato il primo caffè e partecipato al brindisi per la nuova vita di un luogo che testimonierà in provincia di Salerno la resistenza civile. Buon caffè.

La testata è nata nel 1978 con il nome di Ecologia (diventerà La Nuova Ecologia l'anno successivo) insieme ai primi gruppi ambientalisti... Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia
Ultimi articoli di

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *