La verità sul ciclo dei rifiuti

1935-5 Raccolta differenziata_F_scheda_2015Il “ciclo virtuoso” dei rifiuti nasce dai nostri buoni comportamenti di cittadini educati. Ma cosa accade dopo il nostro dovere quotidiano di selezionare e consegnare correttamente i rifiuti al servizio pubblico? La complessità del ciclo dei rifiuti è impressionante, fra una miriade di norme e condizioni gestionali talvolta spericolate, criticità e problematiche imprevedibili fino alla presenza, marginale ma ugualmente inaccettabile, di comportamenti illegali. Eppure, le opportunità di progresso e di crescita economica sono enormi. Naturalmente a patto che nessun elemento sia disconosciuto o evitato.

In questo testo Daniele Fortini – ex presidente di Federambiente, oggi a capo di Ama Roma spa – e la giurista Nadia Ramazzini, senza orpelli ideologici e forti della loro decennale esperienza sul campo, compiono una ricognizione a 360 gradi su ciò che accade e perché. Soprattutto esplorano le tendenze in atto e l’orizzonte che ci aspetta nella prospettiva di far diventare, per davvero, i rifiuti una risorsa e non un problema.

Il libro, presentato al museo del Bargello di Firenze durante una serata organizzata da Gorent (vedi qui sotto lo Storify), contiene numerosi grafici e tabelle, documenta in profondità ogni dato analitico, valuta razionalmente i fatti, propone riflessioni e opzioni senza congetture. Nonostante non sia esattamente una lettura di svago, è facile e fluido nella lettura, ricco di richiami pratici e denso di concretezza. Insomma, si tratta in qualche modo di un “libro mastro” per comprendere presente e futuro della raccolta differenziata e del ciclo dei rifiuti urbani del nostro paese.

Daniele Fortini, Nadia Ramazzini
“La raccolta differenziata”
Ediesse, 15 euro 

 
Ultimi articoli di

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *