Governo: stop alle trivelle
entro le 12 miglia

trivelle greenpeace

Il governo blocca le trivelle entro le 12 miglia. L’annuncio è stato dato poco fa con una nota del ministero dello Sviluppo economico. Nelle istanze rigettate c’è anche quella di Ombrina mare al largo delle coste abruzzesi. «Un’ottima notizia e una gran bella vittoria per Ombrina Mare e per tutte quei mari e territori minacciati dalle trivelle» così ha commentato Legambiente.

Dopo il pressing mosso in questi ultimi anni da Legambiente, associazioni, cittadini e comitati territoriali  e  il dietrofront del governo sulle estrazioni petrolifere con l’emendamento alla legge di stabilità, è arrivata la decisione del Mise di rigettare in maniera immediata e definitiva tutte le richieste di prospezione, ricerca ed estrazioni di idrocarburi ancora pendenti nell’area di interdizione delle 12 miglia dalla costa.

«Ora però l’esecutivo Renzi dimostri concretezza, trasparenza e impegno anche per la tutela del mare oltre le dodici miglia con una moratoria che blocchi qualsiasi autorizzazione relativa alle attività di prospezione, ricerca e coltivazione di idrocarburi a mare e a terra, per affrontare anche le questioni irrisolte» dichiara la presidente nazionale di Legambiente Rossella Muroni. «Il governo – aggiunge Muroni – definisca al più presto un piano energetico nazionale per il clima e l’energia che punti alla decarbonizzazione dell’economia. È ora di abbandonare le fonti fossili e puntare su una politica energetica basata su fonti rinnovabili ed efficienza energetica, nel pieno rispetto dei territori e dei mari italiani».

 

 

 

 

 

 

 

La testata è nata nel 1978 con il nome di Ecologia (diventerà La Nuova Ecologia l'anno successivo) insieme ai primi gruppi ambientalisti... Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia
Ultimi articoli di

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *