Gala e Legambiente per l’efficienza

Diffondere la cultura dell’efficienza, innovando le tipologie di consumi dell’energia e indirizzandoli sempre più verso criteri di sostenibilità ed eco-compatibilità. L’obiettivo dell’accordo tra Legambiente e Gala Tech, sta proprio nella volontà di  sensibilizzare i cittadini sull’efficienza energetica e sul conseguente miglioramento della qualità della vita di ciascuno all’interno della propria comunità. Il Protocollo d’intesa, siglato il 15 ottobre da Filippo Tortoriello, presidente di Gala Tech, e Rossella Muroni, direttore generale di Legambiente, punta a realizzare attività sul tema in Italia nel 2016.

L’adattamento delle nostre città ai cambiamenti climatici, ciò che definiamo resilienza, è infatti una necessità improrogabile, perché i costi economici e sociali della riparazione dei danni sono molto più elevati di quelli legati alla prevenzione. Questo accordo vuole essere un efficace strumento che interconnetta tutte le componenti sociali e imprenditoriali della comunità locale per lavorare alla costruzione della città resiliente. A questo scopo Gala Tech ha lanciato un progetto innovativo per l’efficientamento energetico che vedrà la città di Frosinone come apripista nazionale. Un impegno verso l’ambiente che trova piena sintonia con Legambiente, associazione senza fini di lucro, che organizza attività grazie all’impegno volontario di migliaia di cittadini che con tenacia, fantasia e creatività si adoperano per tenere alta l’attenzione sulle emergenze ambientali in Italia. L’accordo si tradurrà in iniziative su tutto il territorio nazionale per sensibilizzare, con una comunicazione congiunta, comunità e stakeholder verso la sostenibilità.

Come dimostra il “Rapporto Comuni rinnovabili 2015” di Legambiente, negli ultimi dieci anni le fonti rinnovabili hanno contribuito a cambiare il sistema energetico italiano. Oggi gli impianti che utilizzano queste fonti sono presenti, infatti, in tutti gli 8.047 Comuni italiani e nel 2014 hanno contribuito a soddisfare il 38,2% dei consumi elettrici complessivi (nel 2005 il 15,4%) e il 16% dei consumi energetici finali (nel 2005 il 5,3%).

«Nel dna di Gala Tech c’è da sempre l’attenzione verso i temi dell’innovazione e del futuro dell’energia – spiega Filippo Tortoriello, presidente di Gala Tech – Anche le imprese devono farsi carico del futuro del pianeta, siamo quindi onorati di condividere questo percorso con Legambiente, massima espressione di un ambientalismo responsabile e concreto». Insomma, un accordo, quello fra Legambiente e Gala Tech, che guarda al futuro, efficiente.

La testata è nata nel 1978 con il nome di Ecologia (diventerà La Nuova Ecologia l'anno successivo) insieme ai primi gruppi ambientalisti... Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia
Ultimi articoli di

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *