DESICA_MASCINO_03

L’uscita in sala di Fräulein – Una fiaba d’inverno rilancia il tema del cinema sostenibile, realizzato secondo pratiche produttive di tutela e rispetto dell’ambiente.
Scritto e diretto da Caterina Carone, apprezzato da critica e pubblico, è la storia dello scontro-incontro fra la scorbutica Regina, interpretata da Lucia Mascino, e l’infantile sessantenne Walter (Christian De Sica). Da una breve convivenza in un albergo chiuso nasce, per entrambi, l’occasione per un ritorno alla vita e a una maggiore leggerezza.
Il film, prodotto da Tempesta con Rai Cinema, nel corso della sua realizzazione ha applicato il disciplinare europeo di sostenibilità ambientale certificato per la produzione audiovisiva EcoMuvi, grazie al quale si è verificata una riduzione delle emissioni di CO2 corrispondenti a 10 tonnellate e una percentuale di sostenibilità ambientale pari al 70%. Il tutto senza alcun aumento dei costi di produzione e dei tempi di lavorazione.
L’ecocinema si sta affermando come un complessivo ripensamento produttivo dell’industria cinematografica come dimostra la prossima uscita del nuovo film di Ivano de Matteo La vita possibile. Una scelta che finalmente viene sostenuta anche economicamente: la Film commission del Trentino ha lanciato il T- Green Film, il primo film fund che certifica e premia le produzioni che scelgono la strada della sostenibilità e “sposano” un disciplinare green.

Studioso di tematiche giuridiche agraristiche-ambientali, come giornalista collabora con diverse testate, lavora in uffici stampa e ha condotto trasmissioni radio e tv. Ha insegnato “Diritto e legislazione dello spettacolo” presso il Conservatorio di Musica “V. Bellini” di Palermo ed è il direttore artistico del Green Movie Film Fest.
Ultimi articoli di

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *