Coou: avviamo a rigenerazione il 99% degli oli raccolti

Il consorzio obbligatorio degli oli usati ha presentato a Ecomondo il suo Green Economy report 2015. Il Consorzio ha recuperato il 43% del totale degli oli immesso al consumo nel nostro Paese, un dato vicino al 100% del potenziale raccoglibile.

Sono state raccolte 166.700 tonnellate di oli usati. Di queste, 165mila tonnellate sono state avviate al riciclo tramite rigenerazione e hanno prodotto 100mila tonnellate di basi rigenerate e 42mila tonnellate di prodotti come bitumi e gasoli. Altre 455 tonnellate, inquinate al punto di non poter essere riutilizzate, sono state inviate a smaltimento per termodistruzione.

La percentuale di oli avviati alla rigenerazione è passata così dal 91% del 2014 al 99% del 2015. La raccolta e la rigenerazione degli oli usati permette un risparmio sulla bolletta petrolifera italiana di circa 50 milioni di euro all’anno. Il bilancio ambientale parla invece di 35mila tonnellate di emissioni di CO2 equivalente evitate, 427mila metri cubi d’acqua risparmiati, 217mila tonnellate di risorse naturali, fossili e minerali, non consumate e 650 ettari di territorio risparmiati.

La testata è nata nel 1978 con il nome di Ecologia (diventerà La Nuova Ecologia l'anno successivo) insieme ai primi gruppi ambientalisti... Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia
Ultimi articoli di

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *