Controlli due punto zero

Controllare la qualità dell’aria, i flussi di traffico, l’inquinamento acustico, persino la segnaletica e l’illuminazione pubblica, l’arredo urbano e il patrimonio edilizio è efficiente con le tecnologie smart e georeferenziate.

È la strada intrapresa da Studio Sma, l’impresa di Venezia che effettua monitoraggi con la strumenti mobili ad alta precisione e realizza banche date open. «Le attività di ricognizione e monitoraggio effettuata con i nostri strumenti mobili puntuali, come lo smart lab, o mobili ad alto rendimento, come il geolander – spiega Michele Masè – direttore generale di Studio Sma – consente di raccogliere informazioni georeferenziate con precisione e accuratezza molto elevate che confluiscono in uno smart data center a disposizione di comunità digitali, perché la concertazione con i cittadini è importante nella gestione del ciclo di vita di un dato».

La Nuova Ecologia è stata a Mogliano Veneto (Tv) per effettuare dei controlli ambientali con il laboratorio mobile e l’auto geolander. Il video della nostra prova.

Giornalista ambientale, per La Nuova Ecologia cura le sezioni inchiesta e storie. Per il canale video LanuovaecologiaTV realizza dirette streaming, video interviste e il montaggio di video servizi. Contatti: loiacono@lanuovaecologia.it @francloia
Ultimi articoli di

Un pensiero su “Controlli due punto zero”

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *