In cielo spettacolo di inizio anno

Il 3 gennaio una giovane Luna con Marte, Nettuno e Venere perfettamente allineati

A gennaio alle 22, a Est Orsa Maggiore, Cancro e Gemelli, mentre il grande trapezio del Leone con la luminosa Regolo spunta all’orizzonte orientale. Ma subito dopo il tramonto, si ammirano il rosso Marte, per quanto debole, e, sotto, il luminosissimo Venere, nell’Aquario. A mezzanotte, spunta Giove nella Vergine.
Al meridiano, si innalzano Monoceros e Cane Maggiore. A Ovest, Toro e Orione ancora alti nel cielo, mentre più a Occidente le deboli costellazioni di Balena, Pesci, Pegaso e Cefeo. Allo zenit, Ariete, Perseo, Cassiopea e Auriga (http://divulgazione.uai.it).
Auriga è Erittonio, re di Atene, a cui Atena insegnò a domare i cavalli. Costruì per primo un carro trainato da 4 cavalli, a imitazione del carro del Sole. Zeus impressionato lo pose, in onore, tra le stelle. Abbiamo già incontrato il sistema quadruplo di Capella, 4 soli migliaia di volte più luminosi del nostro Sole, Menkalinan, sistema triplo, l’inconsueta Epsilon Aurigae e la grande gigante rosso-arancio, iota Aurigae (Al Kab). Oggi incontriamo Theta Aurigae, Mahasim (il “polso del cocchiere”), che brilla di magnitudine 2.6, quindi ben visibile all’occhio nudo. Una stella doppia: due soli, il primo è una stella bianca 5 volte più grande del Sole e 3,5 volte più massiccia, ruota velocemente su se stessa, con leggerissme variazioni di luminosità; la seconda, una stella gialla gemella del nostro Sole, orbita alla distanza di 30 miliardi di chilometri, completando una rivoluzione in 1200 anni. 170 anni luce dalla Terra.

auriga-2017
L’ Auriga (SkyMap Pro, modificato dall’Autore)

 

Oggetto del mese

Iniziamo il 2017 in bellezza !

Subito dopo il tramonto, quando il cielo inizia a farsi scuro, tra le ore 18:30 alle 19:30 nelle prime serate di Gennaio ci sarà un bellissimo spettacolo di inizio anno. Armati di un piccolo binocolo ammiriamo la congiunzione Marte – Nettuno di mag. 0,9 e 7,9 . Accanto all’inconfondibile pianeta rosso, ben visibile a occhio nudo, vedrete  una stelluccia solitaria non lontana dall’inconfondibile pianeta rosso. Un’occasione unica per osservare il più lontano pianeta del Sistema Solare. a 4 miliardi di km dalla Terra. Siamo nell’Aquario, vedete la cartina: abbiamo anche Venere, luminosissimo, poco sotto, all’osservazione a occhio nudo. I 3 pianeti perfettamente allineati.  

marte-nettuno-venere
3 gennaio: una giovane Luna con Marte, Nettuno e Venere perfettamente allineati (SkyMap Pro)

 

Giorgio Bianciardi

 Unione Astrofili Italiani, www.uai.it

[twitter-timeline id= username=]
Ultimi articoli di

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *