Battaglia Ispra, una prima vittoria

Mercoledì 26 luglio, la commissione Ambiente della Camera ha approvato all’unanimità la Risoluzione unitaria che impegna il governo a finanziare l’Istituto all’interno della prossima manovra di Bilancio

ispra-usb

Ieri pomeriggio, mercoledì 26 luglio, la Commissione Ambiente della Camera ha approvato all’unanimità la Risoluzione unitaria che impegna il governo a finanziare l’ISPRA all’interno della prossima manovra di Bilancio. Ed il ministro Galletti, ha dichiarato il recepimento dell’impegno.
“Al sessantaseiesimo giorno di occupazione raccogliamo il frutto di un lavoro di interlocuzione politica a tutto campo, che ha scavalcato vertici istituzionali sordi e increduli e un ministero disattento e disinteressato – spiegano i rappresentanti Ispra – Convinti del ruolo centrale che l’ISPRA deve giocare all’interno delle politiche ambientali del Paese, abbiamo con forza e caparbietà sostenuto le nostre tesi nelle “stanze” della politica ottenendo ascolto, rispetto e considerazione”.
  C’è stata una campagna mediatica imponente  che ha portato il “caso ISPRA” alla ribalta dei media nazionali.
“Grazie al sacrificio e alla contagiosa determinazione di chi ha in prima persona retto l’occupazione e al sostegno che siamo stati in grado di meritarci, siamo di un passo più vicini alla meta e siamo convinti di aver dato e di continuare a dare un valido esempio a tutti gli altri Enti pubblici di ricerca che vivono tutte le difficoltà legate alla crisi dei finanziamenti” concludono nel comunicato.

La testata è nata nel 1978 con il nome di Ecologia (diventerà La Nuova Ecologia l'anno successivo) insieme ai primi gruppi ambientalisti... Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia
[twitter-timeline id=657236406335574016 username=lanuovaecologia]
Ultimi articoli di

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *