Baobab, l’appello alle Ferrovie dello Stato

DMLjwLJKHhoDxEC-800x450-noPad

L’associazione, Baobab Experience, lavora da due anni con i migranti ed è l’unico riparo ed aiuto che trovano nella capitale. Dopo venti sgomberi forzati l’associazione chiede ad Fs di concedere l’utilizzo del parcheggio per bus abbandonato in via Giovanni Chiaromonte, dietro la Stazione Tiburtina. Quella lingua di asfalto, che volontari e migranti hanno ribattezzato “Piazzale Maslax” per ricordare il ragazzo somalo che si è tolto la vita dopo essere stato strappato alla sorella in Belgio per essere riportato in Italia, può diventare un campo che assicuri condizioni minimali di assistenza, sicurezza, pulizia, e decoro.

“Saremo pronti ad attrezzare un presidio umanitario  – scrivono – in pochissime ore, grazie all’aiuto delle associazioni mediche e legali con cui condividiamo questo percorso da ormai due anni, con ONG internazionali e le cittadine e i cittadini che ci sono solidali: abbiamo già un progetto che saremmo contenti di presentarle in un incontro.

Pensiamo sia venuto il tempo delle scelte. Pensiamo che i libri di storia di domani racconteranno cosa stiamo facendo oggi, e che le nostre azioni, le nostre scelte, avranno conseguenze e impatti profondi sul nostro destino comune”.

Per farlo si appellano alla responsabilità sociale dell’azienda: “Sappiamo che il Gruppo che Lei guida è molto impegnato sul terreno della responsabilità sociale, e che numerose iniziative sono state già intraprese per il recupero a fini sociali di immobili non più utilizzati per attività industriali. La stessa Claudia Cattani, presidentessa di Rete Ferroviaria Italiana, appena tre giorni fa ha detto: “L’emergenza sociale investe tutto il territorio nazionale e la capillarità del nostro sistema di stazioni ci impegna da sempre ad avere attenzione per quanti cercano riparo, aiuto e solidarietà presso i nostri spazi.”

La testata è nata nel 1978 con il nome di Ecologia (diventerà La Nuova Ecologia l'anno successivo) insieme ai primi gruppi ambientalisti... Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia
Ultimi articoli di

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *