Apre a Milano la Cascina Nascosta

di Mario Petitto

Cascina Nascosta

Nel cuore del Parco Sempione prenderà vita un nuovo spazio che per troppo tempo è stato nascosto agli occhi dei milanesi. E proprio per questo i nuovi gestori hanno deciso di chiamarlo la “Cascina Nascosta – Casa del Verde”, che aprirà i suoi cancelli ai cittadini di Milano e durante l’Expo a tutto il Mondo. La struttura si trasformerà presto in una vera cittadella della sostenibilità, un luogo che svilupperà progetti e percorsi culturali legati ai temi dell’alimentazione, dell’educazione ambientale, la qualità della vita, dell’efficienza energetica e della promozione della mobilità dolce. Ma anche iniziative sociali, d’intrattenimento e ricreative.
Le associazioni Legambiente, CIA – Confederazione Italiana Agricoltori, Arci Pareidolia e Alterazioni hanno infatti vinto il bando promosso dal Comune di Milano, Assessorato del verde e Zona 1, per la gestione di uno spazio nel Parco Sempione. Un luogo che per tanto tempo è rimasto poco utilizzato e che presto tornerà ad aprirsi alla città. Le associazioni si sono aggiudicate lo spazio per 23 anni, grazie ad un progetto ambizioso che intende portare i temi della sostenibilità, del sociale e della cultura al centro di una grande parco, e alla portata di tutti.

“Abbiamo un sogno ed è quello di coinvolgere i cittadini all’interno di uno dei polmoni verdi di Milano – dichiarano i nuovi gestori dello spazio – La nostra idea è quella di realizzare un vero e proprio parco della sostenibilità in cui si potranno sempre trovare attività diverse legate al verde urbano, agli orti, all’ambiente: un luogo fisico nel quale proporre momenti di aggregazione e percorsi ricreativi per tutte le età, ma anche un luogo dove potersi rilassare, lavorare e studiare usando la wifi a disposizione di tutti, fare la spesa nel farmer market o assaggiare direttamente i prodotti locali e bere una birra artigianale. Insomma una cittadella immersa nel verde, in pieno centro città, dove tutti potranno partecipare ed essere protagonisti”.

Cascina Nascosta

Cascina Nascosta sarà gestita da una equipe fatta di persone, competenze e capacità che si fondono in un processo collaborativo e culturale per la città, dove ciascuno metterà a disposizione il proprio tempo e le proprie passioni ed esperienze: una fucina di innovazioni e di novità. Questo e altro ancora sarà la Cascina Nascosta. A dare una mano agli organizzatori ci sarà anche una fitta rete dei sostenitori, che hanno dato il loro appoggio al progetto, e che rappresentano la risposta della società civile a un bisogno di socialità e partecipazione. Ad oggi hanno già aderito più di 20 associazioni, oltre che il mondo delle università e della cultura. Ma anche architetti, apicoltori e agricoltori. L’intento degli organizzatori è quello di garantire l’accessibilità per tutti e uno speciale occhio di riguardo sarà dato agli spazi allestiti in stile mom-friendly, con ad esempio fasciatoi e scalda pappe. 

In Cascina Nascosta si potranno gustare ottimi piatti della tradizione lombarda cucinati appositamente dalle cascine agricole della campagna milanese, che si uniranno ai mercatini quotidiani – farmer market – dove sarà possibile acquistare prodotti locali e sempre freschi. In cascina troverà spazio anche una “Ambasciata del Suolo” allestita in occasione dell’Anno Internazionale dei Suoli. Inoltre sarà allestito un piccolo orto didattico per far toccare con mano ai più piccoli, e non solo, i doni della terra. Verrà avviata una vera e propria produzione di miele all’interno della cascina: il “Miele del Parco Sempione”. Si allestirà la prima “Biblioteca Ambientale in Cascina” ricca di libri dedicati all’infanzia e all’adolescenza. Un’area della cascina verrà trasformata in un laboratorio e ciclofficina, con attività di riutilizzo dei materiali e laboratori artistici. E ancora: corsi preparto, laboratori di lingue, yoga, psicomotricità e benessere mamma e bambino. Tante le attività ci sarà spazio anche per il cinema all’aperto i concerti, il bookcrossing e i corsi teatrali, insomma la cascina offrirà sempre un ricco programma culturale e di aggregazione.

La testata è nata nel 1978 con il nome di Ecologia (diventerà La Nuova Ecologia l'anno successivo) insieme ai primi gruppi ambientalisti... Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia
Ultimi articoli di

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *