Ostello Monte Barro, paghi quanto vuoi

Grazie alla gestione di Legambiente dal 2013 hanno scommesso sulla creatività del riciclo e del riuso, la riduzione degli sprechi idrici ed energetici e la trasparente onestà del rapporto con l’ospite. A febbraio per tutto il mese sarà valida la formula “Pay what you want”

fotonuove2016-26

Con una vista mozzafiato sui laghi briantei e un concetto rivoluzionario di ospitalità, in grado di fondersi completamente con l’ambiente naturale circostante. E’ tutto questo l’Ostello Parco Monte Barro che si trova nel Parco Regionale del Monte Barro, nelle Prealpi lecchesi. La gestione è di Legambiente che dal 2013 ha realizzato un eco-ostello scommettendo sulla creatività del riciclo e del riuso, sulla riduzione degli sprechi idrici ed energetici e sulla trasparente onestà del rapporto con l’ospite.

Ma la vera rivoluzionaria novità è però la nuovissima campagna Pay What You Want, ovvero Paga quanto vuoi. Il cuore dello scambio economico si sposta – con questa iniziativa – tutto sull’ospite, che sarà libero di essere lui a decidere quanto pagare, in base alla qualità del servizio e alla volontà di premiare l’ecosostenibilità dell’ospitalità. L’idea, è quella di fare sì che il normale processo di pagamento non si riduca a un mero scambio di denaro, ma possa essere anche una modalità per mettere in gioco il senso di onestà e di responsabilità dell’ospite; la sfida è quella di fare dello scambio economico un processo condiviso di costruzione dei valori che devono animare una comunità, valor quali l’onestà, la trasparenza e la partecipazione.

Il tutto perché la gestione di Legambiente è una gestione che intende mostrare che un modo diverso di fare economia è veramente possibile e che la costruzione di valore (economico) non contrasta assolutamente con la produzione di valori (etici), quali l’ecosostenibilità e il senso di responsabilità civile.

Il Pay What You Want si inserisce proprio in questa logica, andando oltre e lanciando una sfida all’ospite che, nel scegliere o meno un ostello Green, già vota con il proprio portafoglio; ora, per il mese di Febbraio, all’Ostello Parco Monte Barro, l’ospite potrà votare ben due volte, scegliendolo per la propria sostenibilità ambientale e divenendo protagonista della decisione di quanto debba essere il corrispettivo economico da corrispondere per l’ospitalità ricevuta.

Il ricavato di questa iniziativa sarà poi destinato al sostegno territoriale della campagna People4Soil (promossa da Legambiente stessa e 400 altre organizzazioni europee), che proverà a raccogliere un milione di firme per chiedere all’Europa norme specifiche per tutelare il suolo, bene essenziale alla vita come l’acqua e come l’aria.

 info: www.ostelloparcobarro.it, info@ostelloparcobarro.it, 0341 540512

 

La testata è nata nel 1978 con il nome di Ecologia (diventerà La Nuova Ecologia l'anno successivo) insieme ai primi gruppi ambientalisti... Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia
Ultimi articoli di

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *