Al via il Premio Libro per l’Ambiente

premio-libro-per-lambiente

Anche quest’anno il Premio nazionale Un Libro per l’Ambiente, promosso da Legambiente e La Nuova Ecologia, non delude le aspettative: tra gli 80 libri proposti dalle case editrici, un comitato di esperti ha scelto i sei finalisti (tre per la sezione di narrativa e tre per quella di divulgazione scientifica) che avvicinano e fanno riscoprire ai ragazzi i temi ambientali. Per la sezione Narrativa hanno conquistato la selezione: L’ululato del lupo di Anselmo Roveda per le edizioni Coccole Book; I ragazzi dell’altro mare di Luca Di Fulvio, edizioni Gallucci; L’acqua di Bumba di Roberto Piumini, Interlinea edizioni. Per la sezione Divulgazione scientifica i volumi selezionati sono: Cyberbulli al tappeto di Teo Benedetti e Davide Morosinotto, Editoriale Scienza; Ah! L’acqua di Jasmine Francq e Marta Orzel, Edizioni Camelozampa; Piccola guida per ecoschiappe di Iwona Wierzba e Emilia Dziubak, Sinnos. La giuria ha inoltre segnalato, per la particolare qualità dei testi e delle immagini, tre volumi di particolare rilevanza e qualità: Otto passi nel futuro di Umberto Guidoni e Andrea Valente, Editoriale Scienza; Bocche di Gutiérrez e Fernández, Kalandraka edizioni, e Casa Casina di Manuela Mapelli, Edizioni Corsare.  I testi finalisti selezionati dalla giuria tecnica (composta da Ermanno Detti, Vanessa Pallucchi, Walter Fochesato, Alberto Oliverio, Rossana Sisti, Vichi De Marchi, Tito Vezio Viola) saranno ora proposti in lettura ad una giuria popolare di oltre duemila ragazzi tra gli 8 e i 12 anni, i quali voteranno i loro preferiti e con il loro voto decreteranno nel mese di maggio 2017 un vincitore per ogni sezione.

“Siamo convinti – dichiara Vanessa Pallucchi, responsabile scuola e formazione di Legambiente – che la conoscenza ambientale passi anche attraverso la lettura. Per questo da 19 anni promuoviamo e crediamo in questo premio che coinvolge le scuole e le biblioteche avvicinando i ragazzi al mondo della lettura, rendendoli veramente protagonisti attraverso la formula delle giurie collettive. Queste giurie, di cui i ragazzi fanno parte, fanno del premio anche un osservatorio su come si evolvono e si esprimono le sensibilità dei Più giovani. In questi anni ‘Un libro per l’ambiente’ ha registrato sempre un buon riscontro e questo ci lascia ben sperare e credere che  anche in Italia i dati sulla lettura, purtroppo molto bassi, tornino a crescere anche grazie all’aiuto dei ragazzi”.

I sei libri finalisti: Per la sezione Narrativa hanno conquistato la selezione: L’ululato del lupo di Anselmo Roveda (edizioni Coccole Book) dove i protagonisti sono cinque ragazzi intenti in una insolita “caccia” al lupo per individuare la loro presenza nel Parco grazie ad una amica che è guida proprio lì. Da molti giorni nel parco alcune pecore vengono attaccate e rapite, causando un grosso timore tra i residenti che qualcuno provvede a rinfocolare attribuendo la colpa ai lupi. Un libro che affronta, in modo leggero e chiaro, alcuni problemi attuali. Nel libro “I ragazzi dell’altro mare” di Luca Di Fulvio(edizioni Gallucci) ci racconta della profonda amicizia di due ragazzini e una ragazzina e delle loro famiglie. Red, Max e Lily, i tre ragazzi, sono però alla ricerca di un’avventura unica, da vivere e indirizzata verso un Altro Mondo con un Altro Mare. E poi c’è Gabby il gabbiano… Paesaggi marini e regole fantastiche portano la storia verso un mondo opposto a quello conosciuto, e la giusta dose di fantasy e di magia fiabesca ne intrecciano il ritorno in questo, più sicuro ma anche molto più noioso. L’acqua di Bumba di Roberto Piumini (Interlinea edizioni) affronta il tema della scarsità dell’acqua. Bumba, ragazzo del popolo degli Ihuallà, ogni giorno si reca a prendere l’acqua nella savana insieme alle donne e ad altri bambini del villaggio, con i vasi sulla testa e stando molto attenti a non farla versare durante il ritorno. Un giorno il bambino incontra un vecchio con un cane bianco, che risolverà nel fiabesco la siccità per i tempi a venire. Un racconto in versi dove con leggerezza emotiva ed originale si affronta uno dei temi importanti del nostro pianeta.

Per la sezione Divulgazione scientifica i volumi selezionati sono: Cyberbulli al tappeto di Teo Benedetti e Davide Morosinotto (Editoriale Scienza), si tratta di un vero e proprio manuale che introduce all’uso della rete e dei social invitando i lettori a conoscerne i meccanismi e le opportunità positive. Il libro, infatti, fornisce informazioni sui funzionamenti e sui linguaggi, insieme a una serie di cautele da assumere per evitare di cadere nelle trappole del cyberbullismo, con i segni per saper riconoscere alcuni comportamenti, prevenirne il contatto, non credere a tutto quello che si legge e saper governare le proprie emozioni. Infine, proprio perché non è un libro “contro” la tecnologia, gli autori ripetono che la rete è utile e divertente, “ma il mondo esterno lo è ancora di più”.

Il libro “Ah! L’acqua” di Jasmine Francq e Marta Orzel (Edizioni Camelozampa) è incentrato sul tema dell’acqua e la protagonista è Lili, una piccola goccia d’acqua. Il testo è un vero e proprio libro di fisica scritto come una fiaba e illustrato con competente naturalezza e semplicità. L’accostamento dei due linguaggi, narrativo e divulgativo, riesce a ricomprendere in modo sintetico l’intero ciclo dell’acqua, individuandone anche le problematiche prevalenti.

Infine ultimo libro finalista per la sezione divulgazione scientifica è Piccola guida per ecoschiappe di Iwona Wierzba e Emilia Dziubak (Edizioni Sinnos), una guida che fa il punto sul panorama delle problematiche ecologiche, le ecoschiappe, che hanno a che fare con il quotidiano. Dall’alimentazione ai rifiuti, dalle abitudini sedentarie e teledipendenti (e retedipendenti) al modo migliore di evitare il più possibile le emissioni delle nostre auto, il libro propone un viaggio accompagnato dal professor Coscienza che ogni tanto tira fuori dai suoi archivi preziose informazioni, e propone giochi e modi di vivere un po’ diversi dai soliti, ma ugualmente divertenti.

Nato nel 1998, il Premio Un Libro per l’Ambiente si pone come obiettivo quello di avvicinare i ragazzi alla lettura dei temi ambientali, e sperimentare un percorso di cittadinanza attiva dove possano essere i principali protagonisti. È rivolto ad autori ed editori, enti pubblici e privati, centri di educazione ambientale, aziende, imprese, associazioni e scuole che abbiano editato a stampa nel triennio 2014-2016 opere classificabili in almeno una delle seguenti aree tematiche: Ambiente e Spazi di vita, Salute e Alimentazione, Educazione alla Pace, all’Intercultura e alla Legalità, Arte e Territorialità. Il premio si struttura in due sezioni: narrativa e divulgazione scientifica e i vincitori ogni anno sono scelti da una giuria di lettori.

La testata è nata nel 1978 con il nome di Ecologia (diventerà La Nuova Ecologia l'anno successivo) insieme ai primi gruppi ambientalisti... Vedi qui la voce sulla Wikipedia https://it.wikipedia.org/wiki/La_Nuova_Ecologia
Ultimi articoli di

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *