Al via l’alleanza tra Legambiente e la rete dei Borghi autentici

protocollo

L’anno dei Borghi per Legambiente si è aperto alle Porte di Roma, nella splendida cornice di Palazzo Altieri ad Oriolo Romano dove la comunità dei sindaci della rete dei Borghi autentici, guidata dal sindaco salentino di Melpignano, Ivan Stomeo, si è data appuntamento per la sua assemblea nazionale.

L’evento si tiene nei giorni in cui Civita Campomarano,  uno dei comuni attivi nella rete di 250 borghi dell’Italia rurale, sta procedendo a far evacuare parte del paese per i crolli delle rupi di arenaria. Una testimonianza della fragilità idrogeologica ma anche del presidio che rappresentano e della necessità di praticare innovazioni sociali, economiche e amministrative. Proprio come sta accadendo nella vicina Castel del Giudice dove Legambiente insieme ai “Borghi autentici”, a Slowfood, a Legacoop sta sviluppando una cooperativa di comunità per dare risposte ai giovani che stanno costruendo percorsi di economie circolari. Si sviluppa così una nuova residenzialità a partire dall’accoglienza e l’avviamento professionale di nuclei di migranti. 

Queste azioni trovano cornice dentro la firma del protocollo di intesa, siglato oggi da Rossella Muroni e Ivan Stomeo,  proprio  per dare sistema all’innovazione e per la diffusione delle buone pratiche dell’amministrazione. Soprattutto in campo ambientale. Si promuove in questo modo  una maggiore cooperazione del governo del territorio che aumenta la consapevolezza, la coesione e le radici delle comunità locali.

Ultimi articoli di

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *