A febbraio Unicorno

Unicorno 2016_new
L’ Unicorno (SkyMap Pro, modificato dall’Autore)

Nel mese di febbraio alle 22, a est, si innalzano Orsa Maggiore, e Leone con l’inconfondibile Giove, luminosissimo di un inconfondibile colore giallo paglierino, ai suoi piedi. A due passi dalla Luna (in congiunzione) nella notte tra il 23 e il 24. Dovremo aspettare la mezzanotte per ammirare il sorgere di Marte, con il suo caratteristico colore arancio-rossastro, nella Bilancia. Poco dopo, sorgerà Saturno, in Ofiuco; mentre nelle luci dell’alba potremo cogliere Venere in Sagittario. Allo zenit troviamo Cancro, Auriga e Gemelli.

A ovest, diretti ormai a tramontare, la bellissima costellazione di Orione, il Toro con l’inconfondibile ammasso stellare delle Pleiadi e il Perseo. Al meridiano, cioè a sud, troviamo il Cane Maggiore, il Cane Minore e l’Unicorno (http://divulgazione.uai.it).

L’Unicorno è l’animale mitologico simbolo di purezza. In questa debole costellazione, posta tra Sirio e Procione e a lato di Orione, abbiamo incontrato i tre soli di Cerastes e la gigante alfa Monocerotis, oggi troviamo la lontanissima zeta Monocerotis, una supergigante gialla, 2.500 volte più luminosa del Sole e 60 volte più grande. A 1800 anni luce dalla Terra.

Oggetto del mese. Nei pressi del Polo Celeste, tra le stelle della debole costellazione della Giraffa, è ancora presente la cometa più luminosa dell’anno: è la cometa Catalina. Sono gli ultimi giorni in cui si presenta abbastanza luminosa tanto da poter essere osservata anche con un piccolo binocolo: per la mappa http://divulgazione.uai.it.

Unione Astrofili Italiani

Ultimi articoli di

Parliamone

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *